Carpi, Romairone “Tifosi stateci vicino, siamo ancora in corsa”

Carpi, Romairone “Tifosi stateci vicino, siamo ancora in corsa”

La sofferenza è nel Dna del Carpi: sono le parole di Giancarlo Romairone, che commenta la seconda sconfitta di fila della squadra nella corsa alla salvezza

Giancarlo Romairone

Accetta le critiche ma chiede un atteggiamento positivo. Giancarlo Romairone è consapevole delle due opportunità sprecate dal suo Carpi, ma vuole mantenere un clima positivo intorno alla squadra, soprattutto da parte dei tifosi. Queste le parole del direttore intervistato dal Resto del Carlino:

Dopo il Chievo: «Ovvio che non è bello perdere così, ma sapevamo che non sarebbe stato facile e la sofferenza verso questa salvezza sarebbe stata protagonista. Per fortuna il Carpi è abituato a soffrire. Teniamo a mente il percorso che abbiamo fatto da novembre fino a questo momento. Contro il Chievo non ci stava la sconfitta. Abbiamo concesso davvero poco ed è vero anche che non abbiamo costruito molto. Lo 0-0 era quindi il risultato più giusto. Ma non facciamoci prendere dallo sconforto per avere subito un goal a pochi minuti dalla fine, altrimenti si verrebbe a creare un clima negativo. Pensiamo a questo, a 6 gare dalla fine siamo ancora in piena corsa salvezza. Tifosi stateci vicino e siate positivi».

Due partite diverse rispetto a quelle con Frosinone e Verona: «E’ vero, ma è anche vero che Sassuolo e Chievo sono le due rivelazioni del campionato. Avremmo voluto fare una partita diversa contro di loro. Sono sicuro che contro il Genoa rivedremo quella cattiveria che ci ha permesso di vincere a Verona e col Frosinone. Vogliamo arrivare ad Udine e giocarci tutto nei 90 minuti finali».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy