Concas: “Da sampdoriano spero nel doppio regalo”

Concas: “Da sampdoriano spero nel doppio regalo”

Fabio Concas

Arriva anche l’opinione di Fabio Concas, genovese ex Carpigiano, intercettato dalla redazione del Resto del Carlino. Il centrocampista è ormai ad un anno dalla squalifica che terminerà a Dicembre 2016. Domenica sarà lontano fisicamente dalla squadra ma per lui sarà come essere in campo con i vecchi compagni.

Concas senza Carpi: “Un anno senza calcio è davvero duro, sembra una eternità. Purtroppo domenica non potrò essere a Marassi ma sarà come se fossi lì con loro. Sento continuamente Bianco, Di Gaudio e gli altri della vecchia guardia. Ogni tanto torno a Carpi, ma ogni volta la vista della città e del Cabassi è una pugnalata al cuore”.

Come ti tieni in forma?: “Per ora mi alleno da solo, correndo e giocando con amici. Poi spero che la prossima estate qualche squadra mi prenda per la preparazione così da essere pronto nel gennaio 2017 “.

Segui il Carpi?: “Seguo il Carpi, ovvio. Mi spiace per come sta andando, ma è giusto crederci ancora perchè il campionato è lungo. Certo è che la Serie A a differenza delle categorie minori, non lascia spazio ad errori. Al primo sbaglio vieni punito. Ai ragazzi servirebbero un paio di vittorie di fila, per sbloccarsi mentalmente. Con il ritorno di Castori si è visto qualcosa di buono contro Sassuolo e Chievo. Il 3-4-3 del Genoa lascia molti spazi, ma loro sono unq squadra collaudata da tempo ed i meccanismi sono ormai predefiniti”.

E’ tornato anche Mbakogu: “Sarebbe magnifico se segnasse… da sampdoriano sfegatato mi farebbe un doppio regalo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy