Ex Carpi, Blanchard: ”Esperienza più brutta della mia vita”

Ex Carpi, Blanchard: ”Esperienza più brutta della mia vita”

Dal gol alla Juventus alla breve esperienza con la maglia del Carpi. L’intervista a Leonardo Blancard, ex difensore biancorosso.

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli

Dal gol alla Juventus alla breve esperienza con la maglia del Carpi. L’intervista a Leonardo Blancard, ex difensore biancorosso intercettato da Gianlucadimarzio.com. «Due anni fa giocavo a San Siro e oggi piego le camicie nel negozio di famiglia» racconta Leonardo, che ricorda con orgoglio il suo passato in Serie A, con tristezza i mesi vissuti in Emilia: «Dopo la retrocessione, decisi di lasciare Frosinone. È stato l’errore più grande della mia vita. È un rimpianto che mi accompagna sempre. Quella società, quella città, mi avevano dato tutto. Temevo che il gruppo venisse smantellato e mi accordai col Carpi»;

Quindi, Carpi: «Ho giocato sette partite, poi sono stato messo fuori squadra. Ancora non so perché. Mi hanno messo a correre intorno al campo da solo, l’esperienza più brutta della mia vita. Un pallone toccato e avrebbero preso provvedimenti. Da inizio agosto a fine gennaio, così».

Dopo due prestiti – Brescia e Alessandria – la rescissione con il club di Bonacini e l’inizio di una nuova vita: «Il calcio è sempre stato il mio lavoro, mai il mio stile di vita. Quando conoscevo qualche ragazza, dicevo che avevo un negozio d’abbigliamento. Non ho mai voluto essere definito un calciatore. Sognavo di esserlo da bambino, quando mi sbucciavo le ginocchia dietro a un pallone. Da grande, mi sono accorto che era soprattutto una maschera. E da un viaggio ho capito che la mia vita doveva prendere un’altra direzione».
Leggi qui l’intervista completa.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy