Juventus-Carpi: i migliori e peggiori del match

Juventus-Carpi: i migliori e peggiori del match

Le pagelle di Juventus-Carpi 2-0: bianconeri imbattibili, ma è un Carpi intraprendente. Buona prestazione per Simone Verdi

Juventus Carpi 2-0

Non era la partita dello Juventus Stadium quella in cui bisognava fare punti – affermava ieri Fabrizio Castori, al termine di Juventus-Carpi. Il 2-0 finale non è un risultato positivo per i biancorossi, sfortunatamente raggiunti dal Palermo, ma il gioco mostrato dagli 11 in campo lascia ben sperare per le restanti due partite (Lazio e Udinese). Ecco le pagelle dei migliori e peggiori del lunch match di ieri:

MIGLIORI

Simone Verdi (Carpi) 6,5: Bella e buona la prestazione della second punta. Le peculiarità dell’incontro hanno fatto prediligere a Castori l’ex Empoli all’olandese De Guzman, e Simone non gli ha dato torto. Impegna Buffon nel primo tempo e tenta azioni importanti insieme al compagno Mbakogu. Contro la migliore difesa d’Italia non era certo semplice;

Riccardo Gagliolo (Carpi) 6: non esattamente brillante la prova del difensore (ieri schierato da esterno nel centrocampo a 5) ma in sostanza sufficiente. Vederlo mettere in difficoltà prima Cuadrado e poi Pogba gli fa davvero onore;

Paul Pogba (Juventus) 7: un assist prezioso per il raddoppio di Zaza ed il solito Pogba. Non la migliore partita, ma quando è in campo si nota.

Juventus Carpi 2-0: Rugani e Verdi
Juventus Carpi 2-0: Rugani e Verdi

PEGGIORI

Cuadrado (Juventus) 5,5: si fa bloccare spesso da Gagliolo sulla corsia di destra. Ci prova con dei palloni in mezzo all’area biancorossa, ma non è mai veramente incisivo;

Belec (Carpi) 5,5: qualche parate buona ed anche decisiva (per non subire una goleada), ma sul tiro di Hernanes si poteva fare di più. Forse aveva la visuale coperta da un giocatore, ma l’impressione è che abbia calcolato male i tempi.

Martinho (Carpi) 5,5: Raphael contro Pogba. In mezzo al campo il dominio è del bianconero.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy