Modena: le parole di Caliendo e del comunicato

Modena: le parole di Caliendo e del comunicato

In risposta al comunicato ufficiale del CarpiFc 1909, la società Modena FC ha parlato tramite le parole del proprio presidente Antonio Caliendo e attraverso un comunicato ufficiale. Questo il comunicato pubblicato sul sito societario:

COMUNICATO STAMPA MODENA F.C.

 Con riferimento a quanto accaduto nella giornata di ieri 22 Ottobre 2015, il Modena F.C. si vede costretto a precisare quanto segue:

 1)Il  Divieto di accesso allo Stadio “Alberto Braglia” si è  reso inevitabile e pienamente legittimo ai sensi dell’articolo 1460 C.C.

 2) Invero il Carpi F.C. si è reso reiteratamente e gravemente inadempiente alle obbligazioni previste dalla convenzione stipulata con la presenza  del Comune di Modena omettendo di corrispondere senza alcuna giustificazione le somme dovute.

 3)Più in particolare:

 3 A) Contrariamente a quanto previsto all ‘articolo 5 comma 1 a tutt’oggi non ha versato la somma di Euro 40.000,00 a titolo di contributo al mantenimento del manto erboso dello Stadio “Braglia”.

 3 B) Contrariamente a quanto previsto dall’articolo 5 comma 4 non ha provveduto al pagamento della somma di Euro 25.000, 00 quale contributo delle spese di utenza e funzionamento.

 Inoltre il Modena F.C. è creditore della prima rata del canone previsto al punto 4 del contratto già scaduto al 30/09/2015 di Euro 7.500,00. Il totale dei crediti da mesi vantati dal Modena F.C. è quindi pari alla considerevole somma di 72.000,00 di cui 65.000,00 già dovuti dallo scorso mese di luglio e già sollecitato al patron del Carpi Bonacini. In questa situazione è ridicolo, diffamatorio e produttivo di enormi danni per il Modena F.C. quanto riferito nel comunicato del Carpi F.C.  che per nascondere il gravissimo inadempimento perdurante da mesi ha accampato la notifica di un atto di pignoramento per credito contestato, comunque di importo pari a soli 25.000,00 Euro.

 

LE PAROLE DI CALIENDO:

D’altra parte però, le parole di Caliendo non sembrano coincidere pienamente con il testo del comunicato. Il presidente avrebbe detto che non si trattava di una questione di soldi, ma ha risposto in maniera legale solamente perchè la discussione è stata tirata in ballo dal Carpi. Ha inoltre affermato che la squadra primavera non si era allenata nel campo del Braglia, ma ha utilizzato solo gli spogliatoi. “Lo abbiamo fatto per mandare un segnale al Carpi e volevamo farli entrare dopo una telefonata con il sindaco, ma erano già andati via“.

immagine: gazzettadimodena.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy