Operazione salvezza: servono 35 punti per il Carpi di Castori

Operazione salvezza: servono 35 punti per il Carpi di Castori

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli

Il Carpi scivolato in fondo alla classifica di Serie A insieme al Verona torna a puntare su Castori per rimanere nel massimo campionato. Ma l’illustre ritorno dell’immortale Fabrizio non è l’unica carta da giocare per confidare nella salvezza: servono punti e ne servono parecchi. I colleghi del Resto del Carlino hanno fatto due conti dai quali risulta che i biancorossi devono guadaganarsi almeno 35 punti da qui alla fine del campionato se vogliono confermarsi in Serie A. Una media punti di 0.54 a partita (alla faccia del periodo d’oro Ottobre-Dicembre) che porterebbe il Carpi a concludere il campionato con 20 punti in 38 giornate. Considerando le ultime 10 stagioni di Serie A, il punteggio minimo per la salvezza è passato dal minimo di 32 punti (stagione 2005-06) ai 33 delle stagioni 2012-13 e 2013-14, fino ai 35, 36, 37 dei restanti 6 campionati. Facendo una media possiamo arrivare al punteggio di 35. Dunque secondo le leggi della matematica, la squadra di Castori dovrebbe concludere il giorne d’andata con almeno 17-18 punti. Per arrivare in fondo alla meta serve una media punti da 1.07 a partita.

La speranza non è perduta. Ce lo insegna il Chievo della stagione 2013-2014 ultimo dopo 11 giornate con 5 punti (guarda caso proprio con Sannino alla guida). All’ 11esima giornata il cambio d’allenatore, e con Corini raggiunse la salvezza con 36 punti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy